La storia di Artù

20130930-114736.jpg

Voglio essere proprio io a scrivere la storia di Artù, io che l’ho raccolto, io che ho avuto paura per il suo futuro, io che l’ho cresciuto e amato, io che spero di vederlo accolto in una famiglia tutta sua, proprio come gli altri.
Artù è stato portato all’ ATTIC in Giugno, ritrovato dentro il motore di un’auto da alcune signore che, sicuramente in buona fede, pur di acchiapparlo e mollarlo a noi non so cosa potevano avergli fatto… e non lo voglio sapere.
Di fatto mi fu consegnato in un trasportino di fortuna, accoccolato sul fondo, dieci centimetri di micino, tutto occhi e ossa. Lo presi con me, come faccio sempre, ma quando aprii il trasportino quei 10 centimetri si trasformarono in un tornado di terrore! Artù era terrorizzato, si rifugiò in uno dei termisifoni del Cats Attic e lì rimase praticamente invisibile per 10 giorni. Non potevo fare nulla per lui, non potevo accudirlo nè vedere se avesse problemi di qualsiasi tipo. Mi sono limitata a portargli la pappa e l’acqua ma non potevo avvicinarlo. E’ stato così per due mesi e mezzo…. le terapie e le visite che abbiamo dovuto fargli in seguito sono state precedute da inseguimenti folli, guanti di gomma tranciati, sputi e soffi quasi da comiche. Ma io NON MOLLAVO! Piano piano con tanto amore ho cercato di fargli capire che i piedi e le mani, delle quali era terrorizzato, non erano mostri pronti a sbranarlo, le mani sanno anche coccolare, con i piedi e con le ciabatte si può giocare. Un lungo lavoro, a volte snervante, a volte così duro da perdersi quasi d’animo, ma finalmente quel momento è arrivato! Artù ha acquistato fiducia nelle persone, ha capito che i grattini sulla testa sono una bella cosa, che farsi pettinare dà piacere e con la sua ritrovata normalità è giunto anche il momento che la sua piccola vita prenda la strada della famiglia. E quindi io ve lo consegno, col cuore, a chi lo vorrà amare, con tanta sensibilità e dolcezza perchè è come un bimbo “difficile” che quando decide di dare da tantissimo!
ARTU’ si cede con spulciato, sverminato e vaccinato, obbligo di preaffido e sterilizzazione e firma modulo OIPA. Per info 346/6198092 Roberta

Facebooktwittergoogle_plusmail