No allo zoo

CAMPAGNA OIPA PISTOIA CONTRO  IL CIRCO, LO ZOO E I LABORATORI DIDATTICI CHE SUPPORTA.

No allo ZOO: Scarica, stampa e diffondi il nostro materiale… ci aiuterai a far sentire la loro voce!

no zoo
No allo Zoo: Campagna Oipa Pistoia contro lo sfruttamento degli animali negli zoo
Oggi il concetto nuovo è che lo zoo, privo di sbarre e con ampi spazi per gli animali, abbia anche una funzione scientifica permettendo la salvaguardia di specie in via d’estinzione.

La salvaguardia di specie in via d’estinzione detenute in zoo, risulta un patetico tentativo per rimediare alla distruzione delle risorse naturali del nostro pianeta. Ricordiamo che gli animali, una volta in cattività, si riproducono molto raramente, a causa delle condizioni di stress a cui sono sottoposti. Per questo motivo vengono impiegati forzati e stressanti programmi di recupero, come l’inseminazione artificiale, votati spesso al fallimento.

TUTTI GLI ZOO SONO IMPRESE COMMERCIALI

Tutti gli zoo , i circhi e gli acquari sono e saranno sempre solo delle imprese commerciali che hanno come fine il guadagno e sfruttano la spettacolarizzazione degli animali per soldi, e purtroppo finché ci sarà chi andrà a visitare queste strutture le sofferenze degli animali non avranno fine. A loro non servono gabbie più grandi o con più abbellimenti, ma gabbie aperte! Non ha importanza che la gabbia sia venti o cinque metri quadrati gli animali detenuti negli zoo spesso impazziscono e si ammalano a causa dello stress. Alcune specie non possono stare isolate ed esposte tutto il giorno al via vai dei clienti, molte altre hanno bisogno di condividere la propria esistenza con altri individui della propria specie e sopratutto hanno bisogno di un territorio e di spazi aperti in cui muoversi liberamente! Negli zoo o nei circhi queste necessità naturali non contano proprio perchè lo scopo principale è ricavare denaro.

MA QUALE EDUCAZIONE?

Alcuni credono che gli zoo siano luoghi utili per conoscere meglio gli animali e avvicinarsi alla natura; ma la vera natura è altrove, non certo in una struttura creata dall’uomo! Se lo scopo degli zoo fosse didattico, inoltre, questi parchi sarebbero oggi del tutto inutili poiché gli animali e le loro abitudini naturali si possono conoscere grazie a libri, documentari o notizie facilmente reperibili su internet.

NO ALLO ZOO!

Se i cittadini insorgessero contro questo tipo si sfruttamento o smettessero semplicemente di visitare tali strutture per diletto, gli zoo e i circhi probabilmente cesserebbero la loro attività e forse non si assisterebbe più all’indifferenza sul guadagno ottenuto trascurando totalmente la sofferenza inflitta alle creature selvatiche imprigionate.